Rifugio Angelini – Sora l Sass – 21 dicembre 2011

Il Pelmo e la Val Zoldana

Il Pelmo e la Val Zoldana al tramonto

Presento questa passeggiata tranquilla da Forno di Zoldo al Rifugio Sora l Sass, già realizzata in altro periodo e altri anni, ora invece proposta in periodo invernale con partenza da Forno di Zoldo, 850m e arrivo al Rifugio Sora ‘l Sass Angelini a 1588m. E’ una gitarella che ha come obiettivo cogliere una bella vista notturna sulla Val di Zoldo, e quindi cercherò un punto panoramico proprio al rifugio Sora ‘l Sass, dove già in passato sono stato. La partenza, per evitare problemi, è da Forno di Zoldo. E’ nevicato tre giorni prima, e temo le condizioni della stradina che porta al Pian delle Foppe non sia l’ideale, e soprattutto preferisco evitare problemi con l’auto. Quindi prudenza! Un po’ di camminata in più non mi farà male. Parto verso le 13,30 dall’inizio del sentiero 534 e seguo la stradina che conduce al guado del torrente a quota 996. Impiego 30 minuti. Da qui prendo il sentiero che si snoda in mezzo al bosco e risulta ben segnato che sale al nostro rifugio. Neve …. poca, poi soprattutto in mezzo al bosco praticamente nulla. Si sale abbastanza velocemente e comunque mi accorgo che da quella parte del sentiero non è salito nessuno. Solo verso i 1300m comincia ad esserci un po’ di neve per terra. E infatti arrivo alla Casera di Mezzodì a 1346 m dove c’è un po’ di neve e trovo tracce di altri che sono saliti direttamente per l’altra variante del sentiero che sale da Forno.

Sono verso la fine del sentiero ci sono tra i 20 e 30 cm di neve, nella zona dei tornantini sotto alla spianata del rifugio. Nessun problema. Verso le 15 sono al rifugio, che risulta ancora illuminato dal sole. E’ questa la giornata del solstizio d’inverno. Dopo poco che sono arrivato il sole scende sotto al Castello di Moschesin e non lo vedrò più, ma vedrò la sua azione sulle rocce Dolomitiche. Mangio qualche cosa e mi vado a cercare il punto panoramico, che dopo un po’ cercando tra i rovi e la neve trovo, e mi ci piazzo in attesa. A questo punto il racconto lascio spazio alle foto che continuo a scattare fino alle 18 quando scendo. Accendo la frontale, è buio pesto, e con attenzione a non sbagliare la via del sentiero in mezzo al bosco procedo. Non ho nessun problema e verso le 19 sono alla macchina. Ora si torna a casetta, e domani una nuova giornata di lavoro dopo questa boccata di ossigeno che mi ha regalato delle vere viste mozzafiato. Alla prossima !

Questa voce è stata pubblicata in Dolomiti, Dolomiti Bellunesi, In mezzo alla neve, Inverno, Sentiero 534, Tramonti, Val Zoldana e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Rifugio Angelini – Sora l Sass – 21 dicembre 2011

  1. Pingback: Alla Cima di Pramper – 5/7/2012 | passeggiando.it

Ogni commento è gradito!